Articolo taggato ‘bandiera’

Tricolore al vento!

Giovedì, 17 Marzo 2011

20100603_luciamassarotto01Esponiamo la bandiera tricolore: – perchè siamo orgogliosi di essere italiani; – per omaggiare coloro che sono morti per noi; – perchè siamo una nazione: – per educare le nuove generazioni; – perchè la bandiera è del popolo e non solo delle istituzioni - per isolare la Lega (e teniamocelo per tutto l’anno!!). Temis  (in foto: Lucia Massarotto, la veneziana che per 12 anni ha esposto la bandiera in Riva Sette Martiri di fronte al palco dove ogni anno si festeggiano i “popoli padani”)

Inganno satanico: la bandiera della pace

Domenica, 22 Giugno 2008

La "Bandiera della Pace" che tutti conosciamo e che da qualche anno sventola da balconi e campanili cristiani in realtà non è un simbolo di pace. E’ un grande inganno satanico.

(continua…)

“Togliete la bandiera arcobaleno dalla chiese” – No del Vaticano alla bandiera dei pacifisti

Sabato, 21 Giugno 2008

Perché preti e laici cattolici usano la bandiera arcobaleno come simbolo di pace invece della croce? Non sanno che quella bandiera è collegata alla teosofia e al New Age? È netto e documentato il giudizio contenuto in un articolo pubblicato da «Fides», l’agenzia della Congregazione vaticana per l’evangelizzazione dei popoli diretta da Luca De Mata, nei confronti del vessillo, simbolo del movimento pacifista, appeso anche nelle chiese e da qualche prete pure sull’altare.

«Come mai uomini di Chiesa, laici o chierici che siano – si chiede "Fides" – hanno per tutti questi anni ostentato la bandiera arcobaleno e non la croce, come simbolo di pace? Sarebbe interessante interrogare uno per uno coloro che hanno affisso sugli altari, ingressi e campanili delle chiese lo stendardo arcobaleno». L’agenzia vaticana ipotizza qualche risposta in proposito, vale a dire «la lunga litania degli eventi in cui la Chiesa avrebbe brandito la croce come simbolo di sopraffazione», dalle Crociate alla caccia alle streghe ai roghi di eretici. «Fides» a questo proposito ricorda però che non è il simbolo della croce in quanto tale «ad aver bisogno di essere emendato», quanto piuttosto «gli atteggiamenti degli uomini che, guardando a tale segno, possono ritrovare motivo di conversione». Poi rilancia: «Questi uomini e donne di chiesa sanno qual è l’origine della bandiera della pace? Molti probabilmente no. Altri, pur sapendo, non se ne preoccupano più di tanto».

(continua…)

Il Partito democratico non deve avversare le professioni ma farne una bandiera

Sabato, 28 Aprile 2007

Il PD è alla ricerca di bandiere. Quella delle professioni dovrebbe essere una di queste! Vero è infatti che la professione – depurata delle forzature corporative – è per eccellenza l’attività nella quale interesse e valori collettivi sono chiamati a coniugarsi. Mentre l’impresa è attività egoistica per definizione, l’esercizio professionale deve tener necessariamente conto dei collettivi valori sui quali è destinato ad incidere, tanto che dinanzi a questi valori l’interesse del professionista deve fare un passo indietro. Cosa c’è più di sinistra? e invece oggi il governo e la maggioranza – con la rara eccezione di Fassino – si sono intestarditi ad indicare le professioni come il nemico da abbattere, forse perchè tradizionalmente frequentate dalla borghesia. Ma questa visione ha ancora senso? Qui il rischio è di confondere la luna con il dito!